Logo Liceo Classico Manzoni

Progetto Dieghesis per il Biennio

L’esigenza di saper contemperare oggi, nell’orizzonte dell’insegnamento-apprendimento, nuove tecnologie e vecchie procedure, ci ha persuaso dell’opportunità di sviluppare in parallelo una didattica aperta alle prospettive schiuse dai nuovi medium e attenta allo stesso tempo a rimettere al centro dell’educazione il senso della pratica umana del narrare.

Già secondo Bruner il pensiero narrativo è una delle modalità principali attraverso cui gli individui organizzano e gestiscono non solo la loro conoscenza del mondo esterno, ma grazie a cui essi strutturano altresì l’esperienza stessa del proprio vissuto personale.

Se infatti il pensiero logico-scientifico -l’altra modalità prevalente attraverso cui gli esseri umani organizzano e gestiscono la conoscenza- ha come obiettivo quello di risolvere le ambiguità e stabilire chiarezza, il racconto ha per sua natura la caratteristica di esprimere più significati. Proprio tale polisemia del narrare significa apertura al possibile e segna, quindi, l’opportunità di affacciarsi sulla soglia dell’apprendere mantenendo aperte le strade della curiosità e dell’interesse, nei termini di un processo che strutturi l’apprendimento come sollecitazione parallela del voler conoscere, dell’essere in grado di ascoltare, dell’essere capaci di interpretare, in quanto premesse  indispensabili del sapere, del saper scegliere e del saper fare.

Il genere narrativo, in virtù di tutto ciò, si caratterizza per il fatto di coinvolgere fortemente la dimensione motivazionale e proprio quella della motivazione si rivela oggi ai nostri occhi un’urgenza nel quotidiano della Scuola.

La narrazione, inoltre, consente di esplorare le esperienze individuali e collettive che costituiscono la Storia, permette di indagare e cogliere le sfumature degli scenari d’azione, anche nell’orizzonte di situazioni problematiche di difficile interpretazione, lasciandoci l’opportunità di comprendere e decostruirne o ricostruirne il significato culturale e sociale. Inoltre, attraverso il racconto, l’agire umano è fissato in un tempo e in uno spazio, è fornito di intenzioni e motivazioni, è inserito nell’orizzonte di rapporti di causa/effetto e di reciprocità con altri eventi, infine, gli è attribuito un significato culturale condiviso o condivisibile. La narrazione, infine, consente di sondare e intendere l’universo interiore degli individui, in quanto l’uomo conosce se stesso e si rivela agli altri attraverso le storie che racconta. Anche per questo la pratica della narrazione assume nel contesto educativo una significativa rilevanza.

Nell’orizzonte del progetto dieghesis, abbiamo quindi intenzione di improntare la didattica -specialmente nel biennio- a una nuova centralità della narrazione. Ciò sarà realizzato principalmente attraverso un ripensamento del curricolo di discipline quali Italiano, Geo-Storia, Greco e Latino, i cui docenti si propongono di lavorare in stretta sinergia per restituire alla dimensione del racconto preminenza nella didattica.

La narrazione sarà dunque di necessità fondamentale nell’insegnamento dell’Italiano sia alla luce dei contenuti disciplinari -che vedono al centro della programmazione l’epica e il mito nel primo anno e il romanzo, con I Promessi Sposi, nel secondo- sia alla luce della didattica della scrittura, che sarà portata avanti ispirandosi appunto al metodo narrativo e autobiografico, ovvero come occasione di riflessione volta a riposizionare il sé rispetto ai contenuti che sono stati oggetto di trattazione nell’esperienza scolastica. Ciò agevola la ricostruzione sul che cosa si è appreso e la riflessione anche sul come si è appreso, orientando l’azione dell’insegnante in maniera tale da progettare meglio, a partire da queste riflessioni, gli apprendimenti futuri. In tal modo si potrà stimolare più facilmente la mente, la curiosità e la motivazione ad apprendere dell’alunno e portarlo a sviluppare una metariflessione sui contenuti che gli sono trasmessi e sul senso che essi hanno per lui e per il suo futuro, trasformando così il contenuto in conoscenza.

Scarica il Pdf COMPLETO

Scopri gli altri Eventi